Attività sportive

Parapendio - Volo del Carpinaccio

Il decollo, un ampio prato erboso, e’ considerato facile anche con vento sostenuto. Permette una facile partenza sia diritta che rovescia, consente inoltre l’effettuazione di facili TOP.

Nell’eventualità’ di vento molto forte (ovviamente entro certi limiti) ci si ferma al decollo intermedio, situato circa a meta costone. In questo caso, dopo essere partiti, fare attenzione a non farsi portare sulla cresta dalla dinamica ma cercare di guadagnare subito una zona più’ calma, spostandosi “in avanti”.

 

Pochi problemi anche per l’atterraggio, se si eccettua il fatto che certe zone sono in leggera pendenza, e sembra di non atterrare mai.
Nessun problema anche con vento laterale, in questo caso pero’ il volo e’ sconsigliato in quanto sarebbe una semplice planata da pochi secondi. Il volo si effettua lungo un costone di circa 200m. dove sfruttare la termo-dinamica della giornata, ed e’ consigliato tutto l’anno tranne che in primavera/estate durante le ore più’ calde della giornata, in questo caso le “botte” sono davvero toste.

 

Da provare assolutamente il volo serale in restituzione.
In prevalenza e’ un volo di dinamica ma si e’ a conoscenza anche di un volo Colle del Carpinaccio/Imola (di circa 35 km) degno di nota.

 

Esposizione decollo: S-SW
Dislivello: 80m circa

Mountain Bike - Giro di Monte Canda

Partendo da Pietramala saliamo fino al Passo della Raticosa dove lasciamo la strada 65 della Futa per dirigerci verso Piancaldoli. Giunti alle pendici del Sasso di S. Zanobi, scendiamo sulla destra lungo una mulattiera. Dopo circa 1 Km. arriviamo all’incrocio della strada Provinciale (Montarello). Qui giriamo a destra su strada asfaltata, scendendo all’abitato di Caburaccia. Appena oltrepassata la chiesa, giriamo a destra per imboccare una strada sterrata che costeggia un campo da calcetto e al bivio successivo, appena oltrepassato una gruppo di case, svoltiamo a destra fino a giungere ad un vecchio borgo chiamato Carpinaccio. Si continua a salire sempre su strada sterrata fino al passo del Peglio e dopo una breve discesa ci immettiamo sulla strada comunale asfaltata svoltando a destra che ci porta al bivio della Badia. Qui abbiamo due soluzioni: se siamo stanchi giriamo a destra e proseguiamo per Pietramala su strada asfaltata (Km. 4), altrimenti scendiamo sino al Mulino della Badia. Oltrepassato l’abitato risaliamo sino al Poggio alla Posta, da dove possiamo fermarci ad ammirare la vallata del Santerno, per poi girare a destra e salire fino a Le Valli. Oltrepassato l’abitato, dopo 400m, giriamo a destra per una strada sterrata che ci portera’, dopo una breve discesa, all’abitato della Baccanella. Da questo, salendo su strada asfaltata, giungiamo al punto di partenza.